• Italiano
  • English
ATENEO DI QUALITÀ ACCREDITATO ANVUR - FASCIA A

Seminari web MITA

Seminario WEB MITA 14 giugno "Moderne metodiche microbiologiche"- Relatrice prof.ssa Alessia Levante
Seminario

Martedì 14 giugno alle 16.30 ha avuto luogo un nuovo Seminario WEB MITA "Moderne metodiche microbiologiche", svolto dalla prof.ssa Alessia Levante dell’Università degli Studi di Parma.
Il Seminario in lingua italiana e spagnola è organizzato dal Master Internazionale in Tecnologia degli Alimenti - MITA delle Università di Parma e Buenos Aires diretto da Giuseppe Bonazzi (docente del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Ateneo) e dal docente Franco Antoniazzi.

L’analisi microbiologica è uno strumento fondamentale per definire le caratteristiche di qualità e sicurezza dei prodotti alimentari. I microrganismi coinvolti nelle produzioni alimentari possono essere positivi, come nel caso degli alimenti fermentati, o avere un effetto negativo, come i microrganismi alterativi o patogeni, che devono essere prontamente identificati ed eliminati dall’ambiente di lavorazione.
Le tecniche microbiologiche classiche offrono diversi metodi per l’analisi e l’identificazione dei microrganismi, che richiedono generalmente un passaggio colturale e sono per questo motivo lunghe e laboriose. D’altra parte, lo sviluppo di nuove tecniche molecolari consente di offrire nuovi test rapidi per l’identificazione dei microrganismi, definite culture-independent perché non richiedono la preliminare coltivazione dei microrganismi. Inoltre, l’approccio culture-independent permette di descrivere le complesse dinamiche e interazioni che caratterizzano il microbiota degli alimenti, offrendo nuove opportunità per il miglioramento dei processi di produzione alimentare. Queste tecnologie, un tempo caratterizzate da costi molto elevati, grazie ad una crescente offerta tecnologica sono diventate sempre più accessibili, e rappresentano una risorsa preziosa per la ricerca industriale e per garantire la sicurezza e la qualità microbiologica degli alimenti. In questo seminario verranno descritte le caratteristiche principali dell’approccio culture-independent, con un approfondimento tecnico sui metodi più comuni di estrazione del DNA, e le tecniche di analisi molecolare più diffuse, ponendo un accento sui principali vantaggi e svantaggi.

Alessia Levante, laurea in Biotenologie Industriali, Dottorato di Ricerca in Scienze degli Alimenti– Microbiologia Alimentare, è Ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze degli alimenti e del farmaco dell'Università degli Studi di Parma ssd AGR/16 Microbiologia agraria, è Docente di Industrial microbiology for food quality improvement nel corso Food Sciences for Innovation and Authenticity presso la Libera Università di Bolzano e di TECNICHE MICROBIOLOGICHE nel corso di Scienze e Tecnologie Alimentari dell'Università di Parma. L'attività di ricerca ha approfondito il tema dello studio delle strategie di adattamento del gruppo Lactobacillus casei ai formaggi a pasta dura e a lunga stagionatura, tecniche di laboratorio microbiologico, tecniche molecolari, tecniche cromatografiche, utilizzo di piattaforme per next-generation sequencing e il tema Development of a method employing a metabolic gene to monitor non starter lactic acid bacteria strains and their evolution during ripening of cheese” con  la prof.ssa Camilla Lazzi Università di Parma Dipartimento di Scienze degli alimenti e del farmaco e il prof. Danilo Ercolini dell’Università degli Studi di Napoli Federico II del Dipartimento di Agraria. 

Seminario WEB MITA 31 maggio 2022 "Qualità nella distribuzione organizzata"- Relatore prof. Claudio Arnoldi
Seminario 31 maggio

Martedì 31 maggio ha avuto luogo un nuovo Seminario WEB MITA "Qualità nella distribuzione organizzata", svolto dal prof. Claudio Arnoldi dell’Università degli Studi di Milano.
Il Seminario si propone di fornire le conoscenze fondamentali relative ai principali aspetti organizzativi e gestionali delle aziende della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) approfondendo le problematiche connesse all’analisi del rischio ed alla gestione della sicurezza ed agli orientamenti sui sistemi di gestione per la sicurezza alimentare per le attività di commercio al dettaglio concernenti alimenti, comprese le donazioni alimentari.

Claudio Arnoldi è Professore a contratto del Corso Organizzazione, processi e sicurezza alimentare nella grande distribuzione organizzata presso il Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l'Ambiente dell’Università degli Studi di Milano e consulente di Direzione nell’ industria alimentare e GDO.

Seminario web MITA 17 maggio 2022 Nutri-Score: luci ed ombre- Relatore F. Brighenti
Seminario 17 maggio

Martedì 17 maggio Furio Brighenti, docente del Dipartimento di Scienze degli alimenti e del farmaco dell'Università di Parma, ha affrontato il tema dell'etichettatura in Nutri-Score: luci ed ombre.
Nel seminario si sono analizzati i rischi e i benefici di nuove etichette nutrizionali, che l’Unione Europea si accinge a voler riportare su tutti i prodotti alimentari. Si vuole aiutare il consumatore nelle sue scelte legate alla salute, allargando le informazioni che oggi sono generate dall’etichetta nutrizionale. Una possibile presentazione grafica potrebbe essere il Nutri-Score, che ha cinque classi di prodotti che vengono classificati a punti.

Furio Brighenti è docente di Alimentazione e nutrizione umana all'Università di Parma. I suoi principali interessi di ricerca riguardano gli aspetti legati alla qualità nutrizionale degli alimenti e al loro ruolo in un regime alimentare equilibrato, e in particolare la valutazione nutrizionale dei carboidrati complessi, fibra alimentare e sostanze antiossidanti negli alimenti e il loro effetto sul metabolismo e sulla funzionalità intestinale.

Seminario WEB MITA 3 maggio 2022: Biometano da effluenti zootecnici e sottoprodotti per favorire la circolarità del sistema agro-alimentare-Relatore dott. Mirco Garuti
Seminario

Il dott. Mirco Garuti, ricercatore presso il Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA) di Reggio Emilia (Italia), Dipartimento Ambiente ed Energia, martedì 3 maggio 2022 ore 16,30 sarà il Relatore al Seminario WEB Mita dal titolo “Biometano da effluenti zootecnici e sottoprodotti per favorire la circolarità del sistema agro-alimentare”. Il Master Internazionale in Tecnologia degli Alimenti, diretto dal prof. Giuseppe Bonazzi, affronta il tema dell’utilizzo degli effluenti zootecnici e dei sottoprodotti dell’industria alimentare per la produzione di energia rinnovabile in un’ottica di economia circolare.
Introdurre un approccio sempre più “circolare” ai sistemi produttivi agro-alimentari è importante per ridurre lo spreco, generando meno scarti/residui, e per massimizzare il recupero di materia e nutrienti favorendo le energie rinnovabili.
Gli sviluppi delle conoscenze e delle tecnologie relative alla digestione anaerobica in ambito agricolo hanno aumentato la crescente consapevolezza di come con questo processo biotecnologico sia possibile contribuire, a partire da effluenti zootecnici, sottoprodotti e scarti delle lavorazioni agricole, alla riduzione di gas a effetto serra e alla produzione di energia (termica ed elettrica) e biocombustibili (biometano). La produzione di biogas avviene attraverso una serie di reazioni biochimiche che coinvolgono diversi consorzi microbici presenti all’interno dei digestori che costituiscono l’impianto di digestione anaerobica. Il digestato è ciò che rimane dal processo e viene utilizzato in agricoltura come fertilizzante naturale in quanto ricco di azoto, nutrienti e carbonio organico.

Dott. Mirco Garuti

Mirco Garuti è ricercatore presso il Centro Ricerche Produzioni Animali (CRPA) di Reggio Emilia (Italia), Dipartimento Ambiente ed Energia. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Biotecnologie Industriali e Molecolari (Università di Bologna) e un master in Bioeconomy and Circular Economy (Università degli Studi di Milano Bicocca).
Le sue attività sono focalizzate sull'ottimizzazione dei processi di digestione anaerobica su scala reale, sulla caratterizzazione chimico-fisica di biomasse e digestato, sulle tecnologie di pretrattamento delle biomasse, sul ruolo di macro e microelementi nella digestione anaerobica e sullo sviluppo di progetti relativi al biometano.

Seminario WEB MITA 19 aprile 2022: Startup innovative alimentari per una crescita sostenibile
Immagine Seminario 19 aprile

La startup innovativa è un’impresa giovane, ad alto contenuto tecnologico, con forti potenzialità di crescita e rappresenta per questo uno dei punti chiave della politica industriale volta a sviluppare un ecosistema dell’innovazione dinamico e competitivo, a creare nuove opportunità per fare impresa e a incoraggiare l’occupazione al fine di promuovere una strategia di crescita sostenibile.

CiboCi startup innovativa Soc. agricola s.r.l. Montichiari Brescia Italia.
CiboCi è un alimento di nuova generazione completamente commestibile si mangia l’essenza vegetale e si mangia la base in cui cresce.
CiboCi è startup innovativa nasce per realizzare un alimento di nuova generazione, vegetale, sano, naturale e ricco di micronutrienti e composti bioattivi, ottenuto da micro-vegetali coltivati su terreno edibile in un ambiente protetto, in grado di soddisfare e di implementare una cultura alimentare che mira al benessere. Tale alimento è prodotto in Italia con processi in grado di garantire la sostenibilità ambientale, creare ricchezza e occupazione nel territorio, guardare alle nuove generazioni.
La società è depositaria di sette domande di brevetto.

Innomy Biotech S.L. startup innovativa Bilbao Spagna
Hamburger a base di funghi partendo dall’utilizzo di miceli sono una valida alternativa alla carne sia per la struttura molto simile a quella della carne, che dal punto di vista nutrizionale per la loro attività antiossidante e antiinfiammatoria e priva di colesterolo.
I funghi vengono fatti crescere per sei giorni e poi vengono modellati per avere degli hamburger o salsicce o polpette con un gusto molto simile a quello di carne. Il Brevetto della Società è legato al substrato per la crescita rapida dei funghi, al bioreattore e al processo per l’inoculazione fermentazione.
L’idea nasce per dare risposta a un problema mondiale legato alla insostenibilità, la quantità di terreno e di acqua assieme all’emissione di gas serra che sono generati dalla produzione della carne. Le alternative a basi di vegetali e di carne prodotta da cellule sono insufficienti per vari ragioni tra cui il fatto che si utilizzano cellule modificate geneticamente.
Gli hamburger e la carne trita a base di funghi sono già in vendita in tutta la Spagna.
I tre soci fondatori di Innomy sono Juan Pablo De Giacomi, Francisco Kuhar e Pablo Ignacio Sanchez Rey

Seminario WEB MITA 5 aprile 2022 : Strategie e percorsi di Sviluppo Sostenibile- Relatore Dott. Filippo Sciacca
seminario 5 aprile 2022

Lo sviluppo sostenibile è una forma di sviluppo economico compatibile con la salvaguardia dell’ambiente e dei beni comuni per le generazioni attuali e future.
L’obiettivo è quello di trasformare le problematiche climatiche e le sfide ambientali in opportunità in tutti i settori economici e «rendere la transizione equa e inclusiva per tutti».
Gli imprenditori e le imprese devono sempre più dimostrare chiaramente di essere attenti all’impatto sociale e ambientale dei loro prodotti e servizi.
Per raggiungere questo obiettivo devono utilizzare modelli di creazione di valore condiviso.
Con il modello di Marketing Socio-Territoriale (MST) si possono creare azioni sostenibili di prossimità. I brand devono adottare strategie sostenibili per mostrarsi trasparenti e attenti all’impatto sociale e ambientale dei propri prodotti e servizi per accrescere la propria reputazione. Il modello MST viene adottato ad esempio da Bolton, Rovagnati, Loacker, L’Oréal e Sammontana.
Con il contributo di esperti di innovazione, sviluppo tecnologico e corporate reputation è possibile accompagnare le aziende nei percorsi di sviluppo sostenibile e costruire operazioni di marketing sostenibile che creino valore per le aziende e per i territori e le comunità.

Dott. Filippo Sciacca

Il dott. Filippo Sciacca ha lavorato nel marketing strategico di multinazionali, come Henkel e Ferrero, e dal 2001 ha affrontato il tema della sostenibilità. Nel 2002 ha fondato Comart, agenzia con cui inizia il percorso di Marketing Sostenibile e dal 2010 lavora al modello di Marketing Socio-Territoriale (MST) per azioni sostenibili di prossimità, quindi ha fondato Sustenia, agenzia che allarga e struttura le competenze nella sostenibilità in tema di strategie, marketing, innovazione, economia circolare, rapporto di sostenibilità.

Seminario WEB MITA 22 marzo 2022: La determinazione della consistenza ottimale dell’impasto da farina di frumento durante l’impastamento- Relatrice: Dott.ssa Ottavia Parenti
immagine

Martedì 22 marzo alle ore 15,30 avrà luogo un nuovo Seminario WEB MITA “La determinazione della consistenza ottimale dell’impasto da farina di frumento durante l’impastamento”, svolto dalla dott.ssa Paola Parenti dell’Università di Firenze IT.
Il Seminario in lingua italiana e spagnola è organizzato dal Master Internazionale in Tecnologia degli Alimenti dell’Università di Parma in collaborazione con l’Universidad de Buenos Aires in Argentina, Master diretto da Giuseppe Bonazzi del nostro Ateneo. Il seminario sarà introdotto da Franco Antoniazzi docente di Scienze e tecnologie alimentari all’Università di Parma.

L’impastamento è una delle fasi più importanti del processo di panificazione da farina di frumento. La qualità del pane di frumento dipende principalmente dall’opportuno sviluppo della maglia glutinica; dunque, la misura della consistenza dell’impasto o del suo sviluppo risulta una cruciale variabile di processo. Sebbene la consistenza dell’impasto venga comunemente misurata utilizzando test reologici descrittivi (Farinografo e Mixografo), tali metodi mostrano diversi limiti, in quanto scarsamente correlati alla qualità del pane. Pertanto sono stati proposti alcuni metodi alternativi, per una determinazione maggiormente accurata della consistenza dell’impasto e delle loro potenzialità in funzione del loro campo di applicazione.

Dott.ssa Ottavia Parenti

Biologa e Dottore di Ricerca presso l’Università degli Studi di Firenze, Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Forestali e Alimentari sezione Scienze e Tecnologie Alimentari. I suoi studi attualmente sono rivolti al tema “Farine di grano grezzo in panificazione: tecniche e tecnologie per migliorare le proprietà degli impasti e la qualità del pane” in un progetto di ricerca di cui è responsabile scientifico il prof. Bruno Zanoni dell’Ateneo fiorentino

Seminario web MITA 8 marzo: “L’attività dell’acqua: misura fondamentale per la conservazione degli alimenti”- Prof.ssa Paola Pittia
Seminario 8 marzo

Martedì 8 marzo alle ore 15.30 avrà luogo il Seminario WEB MITA “L’attività dell’acqua: misura fondamentale per la conservazione degli alimenti”, organizzato dal Master Internazionale in Tecnologia degli Alimenti dell’Università di Parma in collaborazione con l’Universidad de Buenos Aires in Argentina in lingua italiana e spagnola, relatrice la prof.ssa Paola Pittia dell’Università di Teramo. Il seminario sarà introdotto da Giuseppe Bonazzi Direttore del Master MITA.

La misura dell’attività dell’acqua, o anche dell’umidità relativa d’equilibrio, è un parametro chiave per il controllo della qualità dei prodotti alimentari per possibili terreni di crescite microbiche o fungine, per sensibilità ad assorbire o perdere umidità o per facilità di ossidazione. La misura dell’attività dell’acqua è quindi fondamentale per avere informazioni sulla conservabilità dei prodotti lievitati, sulla formazione di agglomerati di polveri fini per le compresse, sull’aderenza dei rivestimenti dei texturizzati o sull’ irrancidimento di prodotti secchi come i grissini o i liofilizzati. E’ per questa ragione che alcune catene di distribuzione richiedono che questa analisi sia fatta in linea, in tempo reale, per alcuni prodotti criti.

Prof.ssa Paola Pittia

Professore Ordinario di Scienze e Tecnologie Alimentari, AGR/15 presso l’Università di Teramo (IT) Facoltà di Bioscienze e Tecnologie per l'Alimentazione, l'Agricoltura e l'Ambiente.
E’ Vice Rettore per l'Internazionalizzazione dell’Università degli Studi di Teramo.
E’ esperta di tecnologie alimentari, qualità e proprietà tecnologiche delle biomolecole, design di prodotti alimentari per migliorare le proprietà di salute e stabilità
L'attività scientifica svolta, prima presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell'Università di Udine e quindi nell'Unità di Ricerca di Tecnologie Alimentari dell’Università di Teramo, è inerente alle problematiche della trasformazione e stabilizzazione dei prodotti alimentari e alla loro qualità. Nell'ambito di queste tematiche ha sviluppato in particolare lo studio delle proprietà chimico-fisiche, fisiche e di funzionalità tecnologica di alimenti e ingredienti e la loro variazione a seguito dei processi di trasformazione e di conservazione.
Gli incarichi didattici svolti riguardano, negli anni, le materie inerenti le Scienze e Tecnologie dei prodotti Alimentari e delle Analisi Fisiche
Ha contribuito alla modernizzazione della formazione accademica nel settore delle scienze e tecnologie alimentari e ha svolto studi inerenti la storia delle abitudini alimentari e dei prodotti tradizionali regionali e nazionali.
E’ past-president di ISEKI-Food Association e fellow di International Union of Food Science and Technology IUFOST.

Seminario web MITA 22 febbraio 2022 ore 15.30- Dalla cucina molecolare alla gastronomia scientifica- Relatore Davide Cassi
Seminario

Negli ultimi due decenni, il mondo dell’alta cucina è stato il teatro della più grande rivoluzione della sua storia. La collaborazione tra cuochi e scienziati ha portato all’introduzione di un numero impressionante di nuove tecniche ed all’elaborazione di una quantità di ricette superiore a quella di tutti i secoli passati.

Superato il primo periodo pionieristico, il mondo della cosiddetta cucina molecolare sta entrando lentamente nella quotidianità di ristoranti e cucine domestiche.

Così come, da anni, nessuno si stupisce più del forno a microonde, da un po’ di tempo sono del tutto normali anche il sifone e la cottura sottovuoto. Sono presenti anche tecniche più esotiche, si può usare l’azoto liquido per trasformare in gelato una tazzina d’espresso, e si può cucinare divinamente il pesce in lavastoviglie.

Ma la novità più importante è la nascita di una nuova disciplina, la “Gastronomia scientifica”, dichiarata ufficialmente nel Manifesto di Barcellona del 2019.

Fra qualche anno, la gastronomia diventerà una materia di studio nelle scuole e nelle università di tutto il mondo.

Prof. Davide Cassi

Professore di Fisica della Materia FIS/03, presso il Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche dell’Università di Parma è docente di Fisica della Materia Soffice e di Fisica Gastronomica presso l’Ateneo di Parma. Gli interessi di ricerca sono rivolti alla Meccanica statistica di equilibrio e non equilibrio dei sistemi complessi, alla Fisica dei solidi non cristallini, alla Teoria dei grafi. Vivo interesse è rivolto alla progettazione e sviluppo di tecniche e metodologie innovative in campo enogastronomico.

Seminario web MITA 14 dicembre 2021 ore 15,30 Contaminanti da oli - Relatori Prof.ssa Sabrina Moret, Prof. Gianni Galaverna, Dott. Vincenzo Tapella
OLI

MOSH (Mineral Oil Saturated Hydrocarbon) e MOAH (Mineral Oil Aromatic Hydrocarbon), sono oli minerali di origine fossile dannosi per la salute che si possono trovare negli alimenti e nelle bevande come residui dei processi produttivi. Sono leggeri ma tossici, migrano attraverso l’aria e si fissano sugli alimenti.

Questi contaminanti che ritroviamo in particolare in alcun oli possono anche derivare da cessioni dagli imballaggi.

L’Unione Europea ha pubblicato nel 2017 la raccomandazione 2017/84 per analizzare la presenza di MOSH e MOAH nei prodotti alimentari e negli oggetti destinati a venire a contatto con essi, ad esempio i materiali utilizzati per impacchettare pane e panini, cereali da colazione, gelati e dolci.

Nel seminario gli oratori Sabrina Moret dell’Università di Udine, Gianni Galaverna del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco del nostro Ateneo e  Vincenzo Tapella  CEO di ATICI, gruppo ISF Genova Italia analizzeranno le difficoltà analitiche in funzione delle diverse matrici alimentari per passare poi alle possibili strategie per ridurre/eliminare questi elementi tossici

Prof.ssa Sabrina Moret

Prof.ssa di Chimica degli Alimenti presso l'Università di Udine. Dal 2005 è membro del gruppo di lavoro "contaminanti" del Sottocomitato per gli Oli Vegetali della Commissione Tecnica (Stazione Sperimentale Oli e Grassi di Milano). È co-autrice di oltre 60 pubblicazioni scientifiche su importanti riviste nazionali e internazionali nel campo dell'analisi chimica degli alimenti e Inquinanti

Prof. Gianni Galaverna

Prof. di Chimica degli Alimenti presso l'Università di Parma. L’attività di ricerca è rivolta alla messa a punto di nuovi metodi per la separazione e identificazione di componenti principali e secondari degli alimenti (ammino acidi, peptidi, micotossine, antiossidanti, DNA) e, all'applicazione di questi metodi a vari tipi di alimenti (formaggi, salumi, succhi di frutta, latte, yogurt, vino, cereali, ecc.) in correlazione con i processi di produzione e trasformazione, con la stagionatura e la conservazione, con i problemi di contaminazione chimica o microbiologica degli alimenti.

Dott. Vincenzo Tapella

CEO ATICI (ISFgroup)  Intercontinental Specialty Fats Genova, Italia, Responsabile globale per le attività di acquisto, logistica, grassi sostenibili Ferrero Luxembourg Alba Cuneo Italia

Seminario web MITA 7 dicembre 2021 ore 15,30 Alla scoperta del cioccolato americano- Relatori Dott. Nico Tomaselli e Prof. Franco Antoniazzi
Seminario 7 dicembre

Il MITA-Master Internazionale in Tecnologia degli Alimenti, delle Università di Parma e di Buenos Aires, diretto da Giuseppe Bonazzi del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Ateneo di Parma, organizza unitamente al prof. Franco Antoniazzi del nostro Ateneo, il seminario "Alla scoperta del cioccolato americano".

Nel seminario gli oratori Nico Tomaselli, Direttore Ricerca e Sviluppo presso Lindt & Sprungli (USA) e Franco Antoniazzi Professore di Tecnologia Alimentare del nostro Ateneo affronteranno il tema delle principali differenze dei processi produttivi americani ed europei nella preparazione dei cioccolatini presenti sui due mercati, dell’Impatto del COVID sul mercato del cioccolato e dei Trends futuri della ricerca del settore

Dott. Nico Tomaselli

Laurea in Scienze e tecnologie alimentari, presso l’Università statale di Milano, Dottorato di Ricerca in Biotecnologia degli alimenti, svolge la propria attività come Direttore Ricerca e Sviluppo presso Lindt & Sprungli Stratham, nel New Hampshire (USA) Leader nell'implementazione di strategie di innovazione, innovazione front-end e programmi di gestione di studi sensoriali e di consumo.

Prof. Franco Antoniazzi

Professore di Tecnologia Alimentare presso l'Università di Parma. Consulente tecnico nel settore alimentare/dietetico, focalizzato sull'innovazione di prodotto e di processo. Autore di diverse pubblicazioni scientifiche.

Seminario web MITA 30 novembre 2021 ore 15,30 Introduzione agli analoghi della carne- Relatori Dr. Enrico Federici e Prof. Furio Brighenti
Seminario 30 novembre

Negli ultimi anni la ricerca scientifica ha lavorato allo sviluppo di sostitutivi della carne a base di proteine animali o vegetali prodotti in laboratorio con tecniche di coltura cellulare. Prodotti sostituti della carne ottenuti da proteine vegetali sono già in commercio in vari paesi da alcuni anni. Nei prossimi anni, la cosiddetta carne coltivata (o carne sintetica, carne in vitro...) potrebbe diventare un’alternativa per i consumatori. Di questo e altro si parlerà nel seminario.

Enrico Federici, dopo aver terminato gli studi come tecnologo alimentare in Italia, ha conseguito un dottorato in Food Chemistry alla Purdue University. Durante il dottorato ha lavorato sul miglioramento degli impasti gluten-free attraverso l’utilizzo di proteine. Attualmente lavora alla Beyond Meat, azienda leader nel settore dei meat analogues, come innovation scientist nel centro di ricerca di El Segundo. Enrico Federici è un esperto in food structure and function, con particolare interesse nella ricerca di nuovi ingredienti e strutture per la produzione di meat analogues.

Furio Brighenti è professore ordinario di Alimentazione e nutrizione umana all'Università di Parma, Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. La sua attività scientifica è rilevante e continuativa nel settore della Nutrizione applicata. I suoi principali interessi di ricerca riguardano gli aspetti legati alla qualità nutrizionale degli alimenti e al loro ruolo in un regime alimentare equilibrato, e in particolare la valutazione nutrizionale dei carboidrati complessi, fibra alimentare e sostanze antiossidanti negli alimenti e il loro effetto sul metabolismo e sulla funzionalità intestinale.

Seminario web MITA 16 novembre 2021 ore 16,30 Cottura sottovuoto a bassa temperatura-Relatori Chef Marco Pirotta e Prof. Pietro D'Alessio
Seminario 16 novembre

Marco Pirotta

Esperto cottura sottovuoto a bassa temperatura, è artefice con i suoi studi e pubblicazioni dell’evoluzione della cottura a bassa temperatura, che rappresenta una soluzione per molti dei problemi della cucina professionale e non in termini di tempi, qualità del risultato, costi. Marco Pirotta è fondatore di CBT e CBTLab Milano.

Prof. Pietro D’Alessio

Professore presso l’Università di Parma del Corso di Laurea in Scienze Gastronomiche. Dottore in Scienze Gastronomiche è Presidente dell’Associazione Gastronomi Professionisti (AGP).

Seminario web MITA 19 ottobre 2021 ore 16,30 Procedure per Esportare Conserve negli USA- Relatore: Dott. Marco Luzzini
Seminario 19 ottobre

Negli ultimi anni le norme per esportare prodotti alimentari  negli Stati Uniti sono cambiate e la loro complessità è significativamente  aumentata, in particolare le normative per l’esportazione di prodotti trattati termicamente sono diventate particolarmente impegnative da soddisfare, a volte anche dal punto di vista economico; per esempio le prestazioni di uniformità termica richieste oggi ad una autoclave sono sfidanti da ottenere su molte macchine attualmente in produzione. FDA sta iniziando a rivedere i processi termici accettati  in passato alla luce delle normative attuali, mettendo a rischio forniture consolidate.

Questo seminario è focalizzato su come impostare i processi termici ed i test di validazione da eseguire  per ottenere un “via libera” da FDA;  l’argomento è messo in relazione con gli altri adempimenti richiesti, burocratici, legali etc, che sono sinteticamente descritti.

Marco Luzzini

È consulente per l’innovazione nel campo alimentare e lavora a Parma. Già responsabile ricerca di Conserve Italia e Barilla. Esperto in Product Development: organizzazione, modelli, team coaching, aspetti economici, sviluppo consumer driven, conservazione del cibo, trasformazione nel settore agro-alimentare in particolare su frutta e verdura, bevande, prodotti e salse a base di pomodoro, piatti pronti, prodotti di pasta. Specialista nelle procedure F.D.A. per alimenti trasformati.

Seminario web MITA 12 ottobre 2021 Alimenti e Microbioma Intestinale- Relatore Prof. Marco Gobbetti
Seminario

Marco Gobbetti

E' Preside della Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano, è Microbiologo degli Alimenti e Professore Ordinario di Microbiologia Agraria. Originario di Perugia, ha insegnato e svolto ricerca all’Università Aldo Moro di Bari dal 2000 al 2016 per poi trasferirsi nel 2017 a Bolzano, alla Facoltà di Scienze e Tecnologie. In particolare, la sua ricerca si concentra sulla fermentazione per la produzione di bevande e alimenti come prodotti da forno, formaggi e latticini, salsicce e birra, con l’obiettivo di esaltarne le proprietà sensoriali e nutrizionali, prolungarne la conservazione con metodi naturali e creare valore aggiunto attraverso i sottoprodotti. 

Pubblicato Lunedì, 18 Ottobre, 2021 - 10:27 | ultima modifica Martedì, 21 Giugno, 2022 - 08:48